Porte Blindate

Porte Blindate a Genova

Porte Blindate a Genova

La porta blindata è una porta di sicurezza in grado di proteggerti da eventuali tentativi di scasso o di effrazione. Per questo viene anche chiamata porta anti-effrazione.

La prima funzione della porta è quella della sicurezza verso il mondo esterno. 

L’evoluzione della porta ha portato nel tempo alla realizzazione di sistemi di protezione sempre più sofisticati. E’ un elemento di divisione e di unione: questa doppia faccia è anzi tanto migliore quanto più rapidamente l’oggetto si trasforma da divisore a elemento di unione e più efficacemente realizza queste due funzioni.

Sicura, elegante, solida, facile all’uso, completa: è la porta che tutti vorremmo.

Da quali elementi è composta una porta blindata?

E’ composta da:

 

Controtelaio elemento in acciaio presso piegato da fissare nel vano murario

- Telaio elemento in acciaio presso piegato da fissare al controtelaio tramite viti speciali, assicura l’unione tra anta e il controtelaio formando un corpo umico solidale al muro

- Cerniera elemento in acciaio fissato all’anta e al telaio che permette il sostegno e la rotazione dell’ anta per l’apertura

- Serratura, componente della porta che abilita il movimento di apertura e chiusura dei catenacci.

Catenacci, elementi in acciaio trafilato che, comandati dalla serratura, si inseriscono in fori predisposti nel telaio. Ne esistono anche di tipo fisso (rostri)posti normalmente sull’anta dal lato cerniere.

Anta, elemento mobile della porta, in acciaio rivestito, che apre e chiude il vano.

- una corazza in acciaio incernierata su un telaio (anch’esso in acciaio) agganciato allo stipite in muratura

 

- una o più serrature di sicurezza

 

- dei catenacci che garantiscono la chiusura in più punti della porta

 

- altri dispositivi di protezione contro lo scasso.

Le categorie di porte in base alla robustezza

Le porte blindate sono certificate da diverse normative (UNI Env 1627-1628-1629-1630), che dividono in sei categorie le porte blindate sulla base di test effettuati in laboratorio (che includono anche vere e proprie simulazioni di scasso).  Solo pochissimi produttori di porte blindate hanno prodotti rispondenti a tutte le norme sopra citate e, solo le porte che superano positivamente queste prove possono essere certificate ed assumere una delle sei classi a cui il prodotto è in grado di resistere.

– Classe 1:

 le porte blindate di classe1 offrono buona scarsissimaresistenza ad attrezzi che si possono nascondere facilmente e che provocano rumore limitato durante lo scasso, come leve, tenaglie, cacciaviti, piedi di porco, eccetera. Lo scassinatore principiante può forzare usando la forza fisica, spinte, spallate, sollevamento, strappo.

Sono indicate per appartamenti in condominio per porte di magazzino di merce di poco valore, in luoghi in cui i malintenzionati non hanno molto tempo per lavorare indisturbati.

– Classe 2: garantiscono la protezione da attrezzi manuali rumorosi come seghe, asce, martelli, scalpelli eccetera.  Lo scassinatore può usare attrezzi semplici, cacciaviti, tenaglie, cunei Sono adatte a case disabitate per parte dell’anno (come case-vacanza)  studi o uffici situati in palazzi protetti.  in cui i ladri hanno più tempo per tentare lo scasso.

– Classe 3 sono indicate per respingere l’attacco di scassinatori semiprofessionisti dotati di attrezzi elettrici come seghe e trapani. Lo scassinatore tenta di entrare usando in aggiunta cacciaviti di grosse dimensioni e un piede di porco.

Sono adatte a porta caposcala, uffici importanti, villette signorili.

– Classe 4 sono a prova di professionisti. Proteggono da un tentativo di scasso tramite trapano a percussione e strumenti elettrici di potenza elevata. Sono indicate per case signorili con valori molto preziosi, banche, gioiellerie, impianti militari, uffici di banche, laboratori industriali.

– Classe 5 Proteggono da materiale da scasso di ancora più alto livello (dischi da taglio mole ad angolo di più ampio diametro). E' ideale per gioiellerie, banche, orologerie, documenti riservati, ambienti militari in genere, ambasciate

– Classe 6 Resistono ad attrezzi elettrici ad alta potenza. Ideali per impianti nucleari, gioiellerie, banche, orologerie, documenti riservati, ambienti militari in genere, ambasciate

Queste classi possono essere dotate di sistemi di sicurezza ancora più elevati o efficienti, come piastre in acciaio balistico (che proteggono da armi da fuoco) sia per l'anta che per il controtelaio (norma EN 1522, che certifica la porta anti-proiettile, in base alle diverse armi da fuoco).

Quali elementi devono essere presi in considerazione quando si acquista una porta blindata?

Quando si acquista una porta blindata occorre informarsi sulle reali caratteristiche tecniche rispondenti.

Esistono prove di tipo Convenzionale e di tipo reale.

Le prime verificano che la porta sottoposta a prova sia in grado di resistere ad una serie di carichi statici e dinamici.

Le seconde simulano reali tentativi di effrazione, verificando la resistenza del campione in funzione del tempo impiegato a superare la difesa.

Quando si sceglie una porta blindata, è necessario informarsi sul materiale da cui è costituita l’anta e sul suo uno spessore, che deve essere di almeno 2,5 mm. Bisogna inoltre considerare il controtelaio, che dovrebbe avere uno spessore minimo di 2 mm, e i dispositivi di regolazione dell’anta, fondamentali per il corretto allineamento e dunque per la perfetta chiusura della porta.

Quando si acquista una porta blindata, è anche opportuno verificare la presenza dell’apposita piastra anti-trapano sulla serratura e di un dispositivo antistrappo denominato defender. Prima di installare una porta blindata bisogna inoltre valutare la tipologia, la solidità e la tenuta della parete alla quale verrà ancorata la porta. E’ necessario inoltre valutare la solidità delle vostre pareti prima di decidere la tipologia di porta blindata che è più opportuno installare a protezione della casa o del luogo di lavoro.

Se vuoi saperne di più leggi l'articolo: Come scegliere una porta blindata

.

E la serratura?

Anche serratura e cilindro devono essere certificati se devono essere installati su porte blindate certificate a loro volta. Il cilindro, per essere certificato e quindi considerato di sicurezza (in base alla norma Uni En 1303:05), deve rispondere a determinati requisiti di durata e resistenza agli attacchi.

In particolare gli intagli presenti sul cilindro devono definirne la cifratura unica della chiave, nonché devono essere presenti dispositivi anti-trapano, anti-strappo e anti-manipolazione. Quando cilindro e serratura sono privi di certificazione, devono pero essere “qualificati”, cioè dimostrare attraverso una serie di test, che possiedono i requisiti stabiliti dalla norma di riferimento (Uni En 1627), anche in funzione della classe di resistenza della porta a cui appartengono (per una porta in classe 4 il cilindro deve essere certificato in classe 6)

Quali sono le prestazioni di una porta blindata? Quanto può proteggermi?

La porta blindata deve garantire nel tempo:

– una resistenza all’effrazione: maggiore è la classe e maggiore è la resistenza. Le classi indicate per l’uso residenziale sono la 2, la 3 e la 4. La classe 2 è indicata per abitazioni a basso rischio, la classe 3 per appartamenti con un rischio medio, mentre chi vuole un grado di protezione massimo sceglie la classe 4, mentre ber banche, .

– trasmittanza termica, (che misura la dispersione di calore che avviene attraverso la porta): il suo valore dà anche un’idea del risparmio di energia e dell’impatto ambientale esercitato. Il valore di trasmittanza termica è, inoltre un preciso requisito di legge nelle nuove costruzioni ed in alcuni interventi di ristrutturazione.

– isolamento acustico: il comfort della nostra abitazione si valuta anche in base all’isolamento dai rumori esistenti. La porta blindata può garantire un buon isolamento acustico dai rumori esterni come quelli provocati da automobili e dal traffico (cosa particolarmente frequente in grandi città come Genova e dintorni)

– tenuta alle intemperie: Se la porta blindata si trova all’esterno ed è dunque esposta alle intemperie, può essere equipaggiata in modo da migliorare le prestazioni di tenuta all’aria, all’acqua e al vento. Anche in questo caso, specifici test di laboratorio garantiscono le prestazioni.

Come faccio a scegliere una porta blindata?

Per scoprire come scegliere una porta blindata leggi la guida: Porte Blindate: Guida Definitiva

HAI BISOGNO DI INFORMAZIONI?