Torna in alto
© 2019, TIGULLIO DESIGN ALL RIGHT RESERVED

Detrazione Infissi 2020: Il Bonus Infissi 110% Spiegato Semplice

Devi sostituire gli infissi, hai sentito parlare della detrazione fiscale e vuoi saperne di più? Oppure, dopo l’ultimo decreto, vuoi sapere se puoi usufruire del cosiddetto ecobonus 110%?

Sono Mauro di Tigullio Design, e con questo articolo cercherò di spiegarti in modo semplice ma efficace qual è la procedura corretta e completa per poter ottenere la detrazione fiscale infissi 2020 e l’ecobonus 110 per cento infissi, in quali casi e per quanti anni potrai usufruirne, quali sono gli adempimenti necessari e infine come effettuare i pagamenti.

Nel seguito troverai un indice degli argomenti, in modo che tu possa “saltare” direttamente alla parte che ti interessa senza dover leggere obbligatoriamente tutto il post.

Nella prima sezione incontrerai le informazioni fondamentali sul bonus 110%, mentre nella seconda quelle sul bonus serramenti 50%.

 

 

Ecobonus 110 per cento infissi: cos’è e come funziona?

ecobonus infissi 2020

Con l’entrata in vigore del Decreto Rilancio, in tantissimi ci avete chiesto come funziona il bonus 110 per cento, chi può averne diritto e, soprattutto, se è possibile usufruirne semplicemente sostituendo gli infissi.

Vediamo insieme come funziona il super ecobonus 110%, punto per punto, spiegato semplice.

 

Che cos’è l’ecobonus 110%?

L’ecobonus 110% è la possibilità di effettuare lavori per migliorare l’efficienza energetica del proprio immobile recuperando in cinque anni, come credito d’imposta, il 110% della spesa sostenuta fino a un massimo di 90.000€, se sostituisci la caldaia con una in classe A e applichi il cappotto termico alle pareti.

Se effettui soltanto uno di questi due interventi, il tetto massimo è di:

  • 30.000€ per la sostituzione della caldaia;
  • 60.000€ per il cappotto termico.

 

Chi ha diritto al super ecobonus 110%?

Le opere devono riguardare condomini o case indipendenti – non in costruzione – che costituiscano la prima abitazione, e ne potranno usufruirne solo le persone fisiche – non le attività commerciali – ad eccezione degli interventi compiuti dagli Iacp (Istituti Autonomi Case Popolari) o da cooperative sociali.

Cosa significa tutto ciò? Vuol dire che:

  • Se possiedi un appartamento in un condominio e vuoi ristrutturare solo il tuo appartamento, non hai diritto al bonus; per aver diritto al bonus deve essere ristrutturato l’intero condominio;
  • Se possiedi una villetta unifamiliare in cui abiti, hai diritto al bonus;
  • Se possiedi una villetta unifamiliare che utilizzi come seconda casa o che dai in affitto, non hai diritto al bonus;
  • Se la tua seconda casa è in condominio e viene ristrutturato l’intero condominio, hai diritto al bonus;
  • Se possiedi un locale intestato ad un’attività commerciale, studio, negozio o laboratorio, non hai diritto al bonus;

 

Quali lavori devo effettuare per avere diritto all’ecobonus?

Per avere diritto al super bonus 110% è necessario che i lavori apportino un miglioramento di almeno 2 classi energetiche o che tale miglioramento rappresenti il massimo tecnicamente raggiungibile, tramite:

  • coibentazione di almeno il 25% delle pareti dell’edificio (cappotto termico), con un tetto massimo di 60.000€ per ogni unità abitativa;
  • installazione di impianti di riscaldamento utilizzando caldaie a condensazione o pompe di calore, con un tetto massimo di 30.000€ per ogni unità abitativa.

Se effettui uno di questi due interventi, puoi abbinare anche la sostituzione degli infissi e delle schermature solari come tende da sole, tende tecniche e persiane (fino a un massimo di 60.000€) o impianti fotovoltaici (fino a un massimo di 48.000€).

 

Chi deve certificare gli interventi che rientrano nel superbonus?

Per avere diritto al bonus, la prima operazione da fare è rivolgersi ad un termo-tecnico che certifichi che i lavori effettuati rispettano le normative.

Il tecnico dovrà anche certificare, con responsabilità penale, che i costi sostenuti sono in linea con eventuali verifiche di congruità da parte di Agenzia delle Entrate.

 

Quando posso usufruirne?

Dal 1 luglio 2020 (data di entrata in vigore del Decreto Rilancio) al 31 dicembre 2021.

Nonostante i tempi sembrino parecchio larghi, è bene affrettarsi perchè i lavori di coibentazione (e ancor di più quelli di consolidamento antisismico) hanno generalmente tempi lunghi e in alcune regioni d’Italia non si possono realizzare in inverno per motivi climatici.

Inoltre, non è da sottovalutare il problema delle assemblee condominiali, al momento impossibili da effettuare per il problema del distanziamento sociale, che quindi slitteranno alle prossime settimane, se non mesi.

 

Come effettuare il pagamento per poter usufruire del bonus 110%?

È necessario pagare le fatture con un bonifico bancario parlante.

Devi prestare particolare attenzione a questa operazione, perché si tratta di qualcosa di ben diverso e specifico rispetto al bonifico ordinario: in caso di errori o disattenzioni, potresti infatti non vederti riconosciute le agevolazioni fiscali.

Il bonifico cosiddetto “parlante” si differenzia da quello comune perché in esso devono essere specificate tutte le informazioni necessarie per non creare confusione con altri pagamenti e non avere problemi nel momento in cui presenterai la documentazione all’Agenzia delle Entrate richiedendo lo sconto fiscale sulla dichiarazione dei redditi.

Tutte le banche e gli uffici postali sono dotati di apposita modulistica, dove vengono ben illustrati i campi da compilare.

 

Posso cedere il mio credito?

Si, è prevista la possibilità di cedere il tuo credito all’impresa che effettua i lavori, alle banche o agli istituti finanziari. Tuttavia, in questo momento, non ci sono ancora disposizioni chiare in merito.

 

Bonus 110 infissi: domande frequenti

Devo sostituire solo gli infissi del mio appartamento, posso usufruire del bonus 110%?

No, per averne diritto, l’intero condominio deve effettuare una serie di lavori che aumentino di almeno di 2 classi energetiche tutti gli appartamenti (cappotto termico o sostituzione di caldaia). Se vuoi sostituire soltanto gli infissi, rimane valido l’ecobonus 50% detraibile in dieci anni, di cui ti parlerò più avanti nell’articolo.

 

Abito in un condominio e sto ristrutturando solo il mio appartamento. Se cambio la caldaia, installo il cappotto termico all’interno e sostituisco i serramenti, ho diritto al bonus 110%?

No, se abiti in condominio ed effettui interventi solo sul tuo appartamento non ne hai diritto. Per poterne usufruire, l’intero condominio deve effettuare dei lavori che aumentino di almeno di 2 classi energetiche tutti gli appartamenti (cappotto termico o sostituzione di caldaia).

 

Sto costruendo una nuova villetta indipendente, posso usufruire del bonus?

No, puoi usufruirne solo se abiti in una villetta già esistente e aumenti almeno di due classi il valore energetico (o il massimo tecnicamente possibile). Se la tua casa è in classe B, ad esempio, basterebbe portarla in classe A.

 

Sono proprietario di una villetta indipendente che ho dato in affitto, posso usufruire del bonus?

No, se possiedi una villetta unifamiliare che utilizzi come seconda casa o che dai in affitto, non hai diritto al bonus.

 

Sono proprietario di una seconda casa (appartamento) ubicato in un condominio, posso usufruire del bonus?

Si, in questo caso hai diritto all’ecobonus 110%, ma solo se gli interventi miglioreranno almeno di due classi energetiche i singoli appartamenti.

 

Mi sono messo d’accordo con tutti i condomini del palazzo in cui vivo per sostituire la vecchia caldaia a gasolio, coibentare le pareti esterne con un cappotto termico e sostituire gli infissi di tutti gli appartamenti, ho diritto al bonus?

Si, solo se gli interventi che saranno realizzati miglioreranno almeno di due classi energetiche i singoli appartamenti.

 

Ho una casa indipendente in cui vivo e voglio effettuare dei lavori di ristrutturazione (coibentazione delle pareti tramite insufflaggio, impianto di riscaldamento a pavimento comandato da pompa di calore e sostituzione di tutti i serramenti e delle persiane): ho diritto all’ecobonus 110%?

Si, solo se gli interventi che saranno realizzati miglioreranno almeno di due classi energetiche la tua casa.

 

Se il mio intero condominio effettua un intervento complessivo che dà diritto all’ecobonus 110 %, posso io, proprietario del singolo appartamento, sostituire in maniera autonoma i miei infissi e accedere all’ecobonus 110 %?

A mio parere sì, purché l’intervento sia eseguito congiuntamente all’intervento complessivo che dà diritto all’ecobonus 110%. Tuttavia per questo ed altri dettagli interpretativi, è il caso di attendere i provvedimenti attuativi dell’Agenzia delle Entrate.

 

In conclusione:

  • se sei tentato di usufruire dell’ecobonus 110% ma temi di non poter rientrare tra i beneficiari;
  • se sei spaventato dalle incombenze fiscali che ti sembrano insormontabili;
  • se semplicemente non hai voglia di leggere con la dovuta attenzione le pagine del Decreto Rilancio e desideri che qualcun altro lo faccia per te e pensi anche a tutti gli adempimenti necessari…

allora affidati a Tigullio Design, lo specialista dell’ecobonus 110%.

 

Perché Tigullio Design è uno specialista dell’ecobonus 110%?

Tigullio Design ha portato a termine la ristrutturazione di un appartamento i cui parametri soddisfano perfettamente i requisiti del decreto.

Questo appartamento è Studio Tigullio Design, si trova a Genova, in Via Canevari, 56, ed è un vero e proprio show-room esperienziale, in cui potrai trovare:

  • infissi molto performanti a livello acustico e termico, per poterti rilassare a qualsiasi ora del giorno e della notte; 
  • cappotto termico, per avere una temperatura omogenea in tutte le stanze;
  • riscaldamento a pavimento e pompa di calore, per poter regolare la temperatura in un istante;
  • ventilazione meccanica controllata, per avere l’aria sempre pulita.

I criteri con cui è stata realizzata la ristrutturazione dello Studio rispettano pienamente i vincoli imposti dal decreto. Per questo puoi considerarlo un eccellente modello da cui trarre ispirazione per il rinnovamento della tua abitazione.

Ma Studio Tigullio Design non è solo la perfetta rappresentazione di quello che puoi realizzare sfruttando l’imperdibile opportunità dell’ecobonus 110%: abbiamo creato Studio Tigullio Design soprattutto per far capire l’importanza di vivere in un ambiente acustico e termico confortevole.

Scopri di più cliccando sul link qui sotto.

Anche in merito all’opportunità di visitare lo Studio, previo appuntamento con uno dei nostri commerciali.

 

 

Detrazione fiscale infissi 50%: cos’è e come funziona?

bonus finestre 2020

 

Che cos’è la detrazione fiscale al 50%?

La detrazione fiscale è “l’importo che il contribuente può sottrarre dall’imposta lorda ovvero il totale delle tasse sui redditi di cui si è debitori verso lo Stato.

In parole povere, è l’importo che lo Stato ti “sconta” dalle tasse che devi pagare.

Se stai valutando la sostituzione dei tuoi infissi – finestre, persiane o avvolgibili – devi sapere che la detrazione fiscale è pari al 50% del costo sostenuto.

 

Quali spese rientrano nel bonus infissi?

Il bonus finestre viene concesso se esegui interventi che ti permettono di ottenere un miglioramento termico dell’edificio.

Rientrano anche in questo bonus la fornitura e posa in opera di:

  • finestre
  • porte d’ingresso
  • scuri, persiane, avvolgibili, cassonetti (se solidali con l’infisso) e suoi elementi accessori, purché tale sostituzione avvenga simultaneamente a quella degli infissi
  • tende da sole (a condizione che non siano orientate a nord)

Anche la sostituzione dei vetri rientra tra le spese agevolabili per il miglioramento delle caratteristiche termiche dei componenti vetrati esistenti.

Purtroppo le zanzariere non possono accedere alla detrazione fiscale ecobonus 2020 infissi al 50% nè come schermature solari – in quanto non rispettano il valore di gtot < 0.35) – nè come bonus casa (ristruttturazione).

 

In quanti anni posso usufruire di questo importo?

L’importo viene distribuito in 10 anni con rimborsi annuali di pari importo.

 

Detrazione fiscale infissi: un esempio per capire meglio

Poiché gli argomenti di natura fiscale sono complessi, a titolo esemplificativo ti riporto nel seguito una casistica molto comune che potrebbe aiutarti nella comprensione:

  • Andrea acquista delle finestre del valore di 3.000€
  • La detrazione fiscale è del 50% quindi pari a 1.500€
  • Lo Stato diminuisce le tasse di Andrea di 150€ all’anno per 10 anni.

 

Bonus infissi: procedura

detrazioni infissi 2019

Quale è la procedura per poter usufruire della detrazione fiscale?

Innanzitutto, per avere diritto alla detrazione fiscale finestre devi effettuare il pagamento, dopodichè inviare la pratica ENEA.

Qui sotto ti spiego come fare.

 

Come effettuare il pagamento

È indispensabile che i pagamenti siano effettuati con bonifico bancario o postale di tipo speciale, da cui risulti:

  • la causale del versamento (legge 296/06 e successive modifiche, risparmio energetico);
  • il codice fiscale di chi vuole usufruire della detrazione;
  • il codice fiscale o numero di partita Iva della ditta venditrice

A questo proposito, ti rimando alla lettura del paragrafo Come effettuare il pagamento per poter usufruire del bonus 110% per comprendere bene l’importanza di effettuare correttamente il cosiddetto bonifico parlante.

 

Come inviare le pratiche all’Enea

Successivamente al pagamento, e comunque entro 90 giorni dal termine dell’installazione degli infissi, dovrai predisporre telematicamente la pratica Enea.

L’operazione è molto semplice:

  1. Collegati al sito Finanziaria Enea;
  2. Iscriviti creando username e password;
  3. Inserisci tutti i dati richiesti (dati anagrafici, dati riguardanti l’appartamento e il palazzo…);
  4. Inserisci i valori richiesti che ti verranno comunicati dall’azienda al momento del contratto, ovvero: il prezzo degli infissi comprensivo di IVA e i valori di trasmittanza termica sia delle vecchie finestre che delle nuove.

 

Detrazione infissi 2020: domande frequenti

detrazione fiscale infissi 2018

Qui di seguito trovi una lista di domande frequenti riguardanti la detrazione fiscale dei serramenti.

 

Esiste un limite massimo di spesa?

Si, per il bonus ristrutturazioni non puoi superare i 96.000€.

 

Chi può beneficiare della detrazione fiscale infissi?

Possono beneficiare del bonus serramenti:

  • proprietari o nudi proprietari
  • locatari
  • comodatari
  • il familiare convivente
  • chiunque abbia un diritto di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie).

 

Se vendo l’appartamento perdo il bonus serramenti?

Salvo diverso accordo tra le parti, può essere trasferito alla persona che subentra per la parte residua non ancora utilizzata. In caso di decesso, invece, la detrazione passa all’erede solo se questo abita nella casa interessata o se vi trasferisce la residenza.

 

Sostituzione vetri finestre detrazione: se decido di sostituire solo i vetri, ho comunque diritto alla detrazione?

Si, anche la sostituzione dei vetri permette un miglioramento dal punto di vista termico dell’edificio. Quindi, rientrando nel bonus serramenti, la sostituzione dei vetri dei serramenti è detraibile al 50%.

 

Posso usufruire del bonus infissi anche senza effettuare lavori di ristrutturazione?

Si, puoi usufruire del bonus finestre e infissi anche se non effettuerai lavori di ristrutturazione.

 

Devo per forza rivolgermi a un tecnico per inviare le pratiche?

Nel caso di interventi in singole unità immobiliari, quindi univocamente definite al Catasto urbano tale scheda può anche essere redatta dal singolo utente;

In tutte le fattispecie diverse da quelle di cui sopra (ad esempio, interventi che riguardano parti condominiali), la scheda deve essere sottoscritta da un tecnico abilitato.

Tuttavia, dato che la pratica non è semplicissima da compilare e inviare, ti consiglio di rivolgerti in ogni caso a un tecnico specializzato, come un architetto, geometra o commercialista.

In questo modo sarai sicuro di non sbagliare.

 

In quali casi bisogna fare le pratiche ENEA?

Per gli interventi di risparmio energetico (quindi sostituzione delle finestre, porte blindate, isolamento termico del soffitto o dei muri…) e per quelli di ristrutturazione edilizia (che permettono un miglioramento dal punto di vista termico dell’edificio).

 

Se pago l’acconto nel 2020 e il saldo nel 2021, come devo comportarmi?

Hai due opzioni:

  1. La prima è predisporre la pratica ENEA nel 2020 usufruendo della detrazione fiscale 2020 solo per ciò che hai pagato nel 2020. Mentre per il saldo pagato nel 2021 devi predisporre un’altra pratica e usufruirai della detrazione 2021.
  2. La seconda opzione è fare tutto nel 2021: in questo caso avrai diritto alla detrazione fiscale a partire dal 2022.

 

Posso detrarre la spesa sostenuta per acquisto e installazione di zanzariere?

No. Le zanzariere non possono accedere alla detrazione fiscale ecobonus 2020 infissi al 50% come schermature solari in quanto non rispettano il valore di gtot < 0.35.

Allo stesso modo non accedono nemmeno alla detrazione fiscale bonus casa (ristrutturazione).

 

Conclusioni

Spero di averti potuto aiutare nella comprensione della detrazione fiscale infissi 2020 e dell’ecobonus 110%.

Se avessi bisogno di altre informazioni che non hai trovato nel post, lascia pure un commento o leggi l’articolo in cui parlo di come calcolare l’IVA sugli infissi.

Cercherò di risponderti il prima possibile.

Se invece hai intenzione di sostituire i tuoi infissi ma non sai quale scegliere, dai un’occhiata all’articolo in cui rispondo alla domanda “Meglio infissi in alluminio o PVC?“.

Un caro saluto,
Mauro

 

 

Articoli simili

79 commenti

  1. Mary

    La ditta che mi ha venduto gli infissi tocca a lui fare la procedura Enea detrazioni fiscali?

    • Ciao Mary,

      Non per legge.
      Ci sono alcune aziende che offrono questo servizio, altre no.

      Nel secondo caso, devi procedere autonomamente oppure rivolgendoti ad un professionista.

      Un caro saluto,
      Mauro

  2. mari92

    Buongiorno, devo cambiare gli infissi, ho aperto una cila per manutenzione straordinaria nel mio appartamento comprato da poco. Cosa devo mettere nella causale del bonifico per gli infissi? Devo mettere risparmio energetico o bonifico relativo a lavori di ristrutturazione visto che sono entrambi al 50?

  3. simona testoni

    Buonasera Ho una mansarda di mia proprietà ancora tutta grezza quindi anche senza finestre . Ora vorrei iniziare i lavori per andare ad abitare li …mi chiedevo le spese per infissi posso recuperare o no perché non è ristrutturazione ?Grazie mille

  4. Mariasilvia

    I costi per la ristrutturazione sono detraibili al 50% su un totale di 96.000 euro. Il costo per la sostituzione degli infissi fa parte di questi 96.000 euro o c’e un altro plafond? Grazie

  5. Giuseppe

    Mia figlia ha regalato a mia moglie il rifacimento degli infissi nell’abitazione da quest’ultima abitato e di proprietà della stessa. Ha diritto al rimborso?

  6. GIUSEPPE

    Ho letto che per il 2019 sono cambiati i valori di trasmittanza termica degli infissi delle varie zone climatiche. Qual è la normativa di riferimento?

  7. Roberto

    Buongiorno, voglio cambiare gli infissi del mio appartamento. La mia scelta è orientata sul pvc. Ma anche le finestre in pvc godono delle detrazioni fiscali? e quindi posso comunque aprire la pratica Enea? Grazie saluti

  8. Marco Lupi

    Salve, un cliente ha aperto una CILA per la sola sostituzione dei serramenti e, oltre a fare detrazione 50%, mi chiede anche IVA al 10%!!! E’ giusto?

    • Ciao Marco,

      Ha sempre diritto alla detrazione fiscale al 50% (a prescindere dall’apertura o meno della pratica).

      Però, per l’applicazione dell’IVA al 10%, deve essere in possesso della documentazione relativa al DPR380/2001 Lett. C (restauro e risanamento conservativo) D (ristrutturazione edilizia) E (ristrutturazione urbanistica) comma 1 articolo 3.

      Altrimenti, in tutti gli altri casi (lettere A e B), viene applicata l’IVA mista 10 / 22 %.

      Un caro saluto,
      Mauro

  9. Guzzi Raffaele

    Salve, sto ristrutturando un vecchio immobile ereditato dai nonni, non ho ancora capito bene se devo calcolare l’IVA al 10 o al 22% o secondo le indicazioni relative ai cosiddetti beni significativi, dal momento che chiedendo anche ai consulenti ottengo pareri contrastanti. Gli infissi sono stati commissionati ad una ditta che si occuperà del trasporto, dell’installazione e del rilascio delle certificazioni. Grazie. In attesa cordiali saluti.

  10. Natalia

    Ciao Mauro,
    Quanto dici riguardo ai lavori iniziati nel 2019 e conclusi nel 2020 portati tutti in detrazione nel 2020, mi vale anche se sono iniziati nel 2018 e conclusi nel 2019?
    Grazie Natalia

  11. tommaso milano

    Salve,
    un mio cliente dovrebbe sostituire dei vecchi infissi esterni con degli infissi blindati modello veneziane: può usufruire comunque della detrazione oppure non
    essendoci del risparmio energetico ciò non è possibile?

    Grazie per la cortese risposta

  12. Chiara

    Buongiorno Sig. Mauro,

    grazie per il suo articolo estremamente chiaro ed esplicativo, ma avrei un quesito. Devo sostituire le finestre di casa perchè hanno quindici anni e sono rovinate e e sbiadite dal sole, ma sono comunque delle finestre a doppio vetro. Nel caso in cui risulti che la trasmittanza termica tra le vecchie e le nuove finestre non cambi molto, posso comunque avere diritto al bonus?

    Grazie mille e buona giornata.

  13. Patrizia

    Buongiorno, sto per sostituire i vecchi infissi sia finestre che persiane e ho letto del nuovo decreto che prevede in alternativa alla detrazione del 50% recuperata in 10 anni la possibilità di richiedere direttamente al serramentista un sconto di pari valore applicabile direttamente in fattura. Tutto ciò è già applicabile e può quindi essere richiesto?

    • Buongiorno Patrizia,

      Questa manovra non è ancora stata confermata dal governo, e se lo fosse, sarebbe un’azione estremamente rischiosa per il 99% delle aziende di infissi (che non potrebbero permettersi di “anticipare” il credito e quindi rischierebbero il fallimento).

      Se qualcuno dovesse offrirti questa opzione, ti consiglio di starne alla larga, perchè un’azione di questo tipo è estremamente dannosa per l’azienda fornitrice, che rischierebbe di fallire in quattro e quattr’otto.

      Un caro saluto,
      Mauro

  14. Carmela

    Ho sentito in TV che per il rifacimento infissi nel 2019 il 50% rimborsabile non è più spalmabile in 10 anni . Faccio un esempio: spendendo 10000 euro pagherò al fornitore subito 5000 euro il resto lo recupera direttamente il fornitore dall’agenzia delle entrate. Mi può dare delucidazioni in proposito? Grazie

    • Buongiorno Carmela,

      Questa manovra non è ancora stata confermata dal governo, e se lo fosse, sarebbe un’azione estremamente rischiosa per il 99% delle aziende di infissi (che non potrebbero permettersi di “anticipare” il credito e quindi rischierebbero il fallimento).

      Se qualcuno dovesse offrirti questa opzione, ti consiglio di starne alla larga, perchè un’azione di questo tipo è estremamente dannosa per l’azienda fornitrice, che rischierebbe di fallire in quattro e quattr’otto.

      Un caro saluto,
      Mauro

  15. buongiorno vorrei sapere se anche l’iva che viene applicata al totale della spesa per la sostituzione degli infissi rientra nel rimborso del 50 %, o se il rimborso viene fatto solo sull’importo non comprensivo di iva.
    grazie saluti

  16. Valeria

    Buon pomeriggio,leggendo l’articolo c’è in elenco la possibilità di detrarre col bonus ristrutturazioni anche le zanzariere ,poi a fondo articolo si specifica che invece queste ultime non possono essere portate in detrazione,quale informazione resta valida?
    Grazie

    • Buonasera Valeria, la seconda informazione è quella corretta: non è possibile detrarre la spesa sostenuta per le zanzariere nè come ecobonus (in quanto non rispettano il valore di gtot < 0.35) nè come bonus casa (ristrutturazione). Un caro saluto, Mauro

  17. Manuela

    Buongiorno, sto ristrutturando la casa n montagna con bonus fiscale. Gli infissi devono avere necessariamente triplo vetro per rispondere ai requisiti per recupero fiscale del 65% . Grazie. Manuela

  18. Francesco

    Salve
    Per usufruire del bonus sono costretto a dover cambiare tutti gli infissi dell’appartamento o posso anche farne solo alcuni?
    Grazie

  19. FABRIZIO

    Salve. Vorrei sapere se posso usufruire del bonus fiscale per sostituzione infissi avendo utilizzato un finanziamento come formula di pagamento.
    Grazie.

  20. emilio

    gentilissimi

    devo sostituire gli infissi del mio appartamento, ho chiesto dei preventivi per quelli con vetri scorrevoli, purtroppo mi hanno detto che per usufruire del bonus è obbligatorio installare quelli a battente.

    E’ vero?

    Ringrazio e porgo cordiali saluti

    Emilio

  21. vittorio

    E’ vero quando afferma l’ufficio tecnico di leroy merlin che l’ecobonus 2020 ,con la cessione del credito, è valido solo per le prime case?

  22. GIOACCHINO DINUZZI

    Buon giorno, sono di Barletta e vorrei conoscere il costo orientativo degli infissi in pvc con la tendina all’interno, per la dimensione 60×160 e la conferma che gli stessi sono collaudati per una esposizione ad Ovest. Grazie

  23. Cesare

    Vorrei sapere se, secondo il nuovo “dl crescita” , sostituendo i vecchi infissi con nuovi in alluminio posso usufruire della detrazione del 110%, o se devo fare anche altri lavori per il risparmio energetico per poterne usufruire.
    Faccio presente che gli infissi attuali sono in legno, sia le finestre che le persiane, e sono state installate nel 1985 con la costruzione dell’immobile.

    • Gentile Cesare,

      Per usufruire del superbonus 110% non basta sostituire gli infissi, ma è necessario effettuare opere di ristrutturazione pesanti come:
      – coibentazione di almeno il 25% delle pareti dell’edificio (cappotto termico), con un tetto massimo di 60.000€;
      – installazione di impianti di riscaldamento utilizzando caldaie a condensazione o pompe di calore, con un tetto massimo di 30.000€.

      Se effettui uno di questi due interventi, puoi abbinare anche la sostituzione degli infissi e delle schermature solari (tapparelle, persiane, tende, eccetera) o impianti fotovoltaici (fino a un massimo di 48.000€).

      Un caro saluto,
      Mauro

      PS Ho aggiornato questo articolo aggiungendo le domande frequenti sul bonus 110%, quindi ora dovresti trovare tutte le informazioni di cui hai bisogno.

  24. Alberto

    Buongiorno vorrei sapere se ho diritto alla detrazione facendo un intervento di ristrutturazione con ampliamento.

    • Se vuoi solo sostituire i serramenti hai diritto al bonus infissi al 50%, Alberto.

      Se invece si tratta di una casa indipendente ed effettui lavori di ristrutturazione pesante (cappotto termico/sostituzione caldaia) in grado di aumentare di due classi il valore energetico, puoi usufruire del superbonus 110%.

      Un caro saluto,
      Mauro

  25. DAVIDE LAURETI

    Buonasera Mauro, sto ristrutturando una villetta seconda casa, dovrò sostituire gli infissi le grate di sicurezza ,le persiane oscuranti, rifare l’impianto di riscaldamento e sostituire la caldaia con una a condensazione, posso usufruire del superbonus del 110 % o solo di quello del 50% ? Oppure di nessuno dei due???
    Grazie, un cordiale saluto.

  26. Steven Singer

    Salve, vorrei sapere gentilmente se trattasi di una villetta divisa tra due proprietari diversi (al piano terra abita una signora da anni, mentre sto valutando l’acquisto del primo piano più mansarda), sarebbe una situazione idonea per le detrazioni 110? Grazie anticipatamente.

    • Ciao Steven,

      Se la tua villetta fosse equiparata ad un condominio, basterebbe che effettuassi i lavori nel tuo appartamento (perchè supererebbe il 25% di superficie opaca come indicato nel Decreto).

      L’importante è che tu installi almeno uno fra i seguenti elementi: caldaia a condensazione o cappotto termico.

      Un caro saluto,
      Mauro

  27. Vincenzo Ronga

    Buongiorno, negli appartamenti del mio condominio sono installate singole caldaie di circa 25 anni fa. Nel caso in cui ogni condomino cambino le caldaie esistenti con quelle a condensazione e contestualmente anche gli infissi si può usufruire del bonus del 110%?. A Salerno avete riferimenti? Grazie

  28. Stefano Lutzu

    Buon giorno.

    In un appartamento di proprietà (prima casa) vorrei sostituire gli infissi.
    Se sostituissi contestualmente anche le vecchie pompe di calore installate ormai più di dieci anni fa, con altre che mi facciano guadagnare 2 classi energetiche, o comunque raggiungere la classe energetica massima possibile, tale intervento sarebbe idoneo alla richiesta del bonus del 110% per entrambi i lavori?
    Grazie mille

    • Ciao Stefano, se il tuo appartamento si trova all’interno di un condominio, e solo tu effettui i lavori, non hai diritto al bonus.

      Se l’intero condominio effettua i lavori, hai diritto al bonus sia per la sostituzione delle pompe che per gli infissi.

      Un caro saluto,
      Mauro

  29. Giuseppe

    Salve,

    Non ho un appartamento in un condominio ma una villetta unifamiliare indipendente all’interno del condominio.
    Posso usufruire del bonus 110% in questo caso ?

    Grazie

  30. Claudia

    Buonasera, volevo sapere se con l’Ecobonus 2020 cambiando gli infissi in un appartamento, in alternativa alla detrazione sull’acquisto pari al 50% in 10 anni, si può optare, in accordo con il fornitore, alla cessione immediata del proprio credito direttamente in fattura.
    Grazie

  31. BOSILO SALVATRICE

    Salve! Dunque, riassumendo, se devo riqualificare il mio appartamento con un progetto che comporta sia lavori edili che sostituzione infissi, pompe di calore, tende solari a norma ecc, comunque finalizzato all’aumento della classe energetica di 2 o 3 livelli, non posso fruire del bonus 110%, perchè si tratta di un appartamento singolo. Giusto?
    Ma veramente pensano che a livello condominiale tutti i proprietari possano permettersi di approvare lavori di portata collettiva per il risparmio energetico?! Fantascienza proprio! Caspita, sembrava una proposta di rilancio senza precedenti e invece sarà un buco nell’acqua.

  32. sergio

    Buongiorno, e grazie della disponibilità.
    Abito in una villetta a schiera e vorrei usufruire, se possibile, dell’ecobonus 110%; vorrei sostituire l’impianto di riscaldamento con sistema ibrido (pompa di calore e metano) e nello stesso tempo installare pannelli fotovoltaici, sostituire gli infissi (finestre + scuri) e/o tende.
    Tutti questi interventi possono essere utilizzati per il calcolo del mglioramneto di 2 classi energetiche? Oppure è solo il lavoro trainante( caldaia) che deve portare al miglioramento e successivamente posso procedere con gli infissi e fotovoltaico.
    Per i tetti max di spesa si hanno: caldaia tetto max 30.000€, per fotovoltaico 48.000 € (o max 2400€ kw) e gli infissi/tenda ricadono aii’interno di uno di questi o il tetto massimo è 40.000€ , quello previsto dall’ecobonus con detrazione del 50% .
    In caso di eccedenza la parte eccedente la pagherei io e la posso poi detrarre al 50 o 65%?
    Zona Ferrara avete sedi?
    Grazie mille cordiali saluti
    p.s. commento riscritto perchè ancra in verifica.

    • Ciao Sergio,

      Si, possono essere utilizzati tutti per il miglioramento delle 2 classi energetiche.

      Per i tetti di spesa devi rivolgerti all’Agenzia delle Entrate.

      In zona Ferrara non abbiamo un rivenditore, ti consiglio di cercare sul sito infissiweb.it la migliore azienda di serramenti vicino a te.

      Un caro saluto,
      Mauro

  33. massimiliano

    Salve, il condominio ha approvato i lavori di ristrutturazione facciate e cambio caldaia per usufruire del bonus 110%, la mia domanda è se io singolarmente (visto che altri condomini hanno già sostituito o cambiato all’acquisto) volessi cambiare gli infissi posso usufruire del bonus 110% . Se si, ma rivolgendomi privatamente ad una ditta di infissi.
    Grazie per una eventuale risposta.-

    • A mio parere sì, purché l’intervento sia eseguito congiuntamente all’intervento complessivo che dà diritto all’ecobonus 110%. Tuttavia per questo ed altri dettagli interpretativi, è il caso di attendere i provvedimenti attuativi dell’Agenzia delle Entrate.

      Un caro saluto,
      Mauro

  34. Giampiero

    Grazie ma non avete parlato della cosa più importante: la cessione del credito per l’ ECOBONUS.
    Come funziona?
    Grazie..
    Giampiero

    • Ciao Giampiero,

      Per quanto riguarda l’ecobonus 110%, è prevista la possibilità di cedere il tuo credito all’impresa che effettua i lavori, alle banche o agli istituti finanziari. Tuttavia, in questo momento, non ci sono ancora disposizioni chiare in merito.

      Per maggiori informazioni, dai un’occhiata a questo articolo sulla cessione del credito.

      Un caro saluto,
      Mauro

  35. gianfranco

    Scusate, il nuovo Decreto prevede che gli infissi rientrano nel Superbonus se effettuati “contestualmente” ad uno degli interventi “portanti”: ma a parere mio non sono state affrontate questioni che ritengo fondamentali e che si presentano nel momento di decidere di iniziare i lavori. Che cosa si intende per contestualmente? Ovvero se devo fare installare una caldaia devo rivolgermi ad un impiantista, mentre per i serramenti si tratterà di una falegnameria. Non è facile fare partire contemporaneamente i lavori che sono di diversa natura e che coinvolgono ditte totalmente diverse (e questo anche per quanto riguarda i documenti che dovremo presentare agli eventuali cessionari, banche, ecc). Avete per caso delle linee guida in attesa di che cosa disporrà il Direttore dell’Agenzia delle Entrate in merito?
    Grazie se mi potrete rispondere.
    Gianfranco

    • Contestualmente non significa che bisogna far partire contemporaneamente i due lavori, ma significa che per far in modo che i serramenti rientrino nell’ecobonus c’è l’obbligo di realizzare o il cappotto termico o una pompa di calore.

      Solo in questo modo, si può far rientrare anche la sostituzione dei serramenti.

      Per quanto riguarda se c’è bisogno di una fattura unica o di più fatture, ad oggi non c’è ancora risposta. Bisogna ancora aspettare la decisione dell’Agenzia delle Entrate.

      Un caro saluto,
      Mauro

  36. alessandra

    Buongiorno, vorrei farle alcune domande: abito in un condominio ove ci stiamo muovendo per accedere all’ecobonus del 110% (abbiamo già trovato un’azienda che si accollerà il nostro credito). Io abito al secondo piano e l’appartamentro include un sottotetto non abitabile. Gli abbaini del sottotetto (4 abbaini 70×140 e 1 abbaino 55×70) sono deteriorati e vorrei sostituirli: posso accedere all’ecobonus condominiale del 110% (facendoli ricadere negli infissi) oppure alla detrazione fiscale del 50% non essendo abitabile il sottotetto?
    La sostituzione delle tende solari girate a sud rientrano nell’ecobonus del 110% o nella detrazione fiscale del 50%?
    Grazie

    • Ciao Alessandra,

      Per accedere al 110% bisogna fare il cappotto termico o sostituire l’impianto di riscaldamento e bisogna aumentare l’efficientamento energetico almeno di due classi.

      Se si rispettano questi requisiti, anche i serramenti e le tende rientrano all’interno dell’ecobonus 110%.

      Un caro saluto,
      Mauro

  37. Patrizia

    Buonasera Mauro, sto ristrutturando una villetta a schiera quadri familiare all’interno di un comprensorio condominiale dove non risiedo, dovrò sostituire gli infissi rifare l’impianto di riscaldamento e sostituire la vecchia caldaia con una di nuova generazione e mettere un pannello solare, che tipo di detrazione posso richiedere?
    Grazie.
    Un saluto

    • Ciao Patrizia,

      Se la tua è considerata villetta indipendente e i lavori che hai intenzione di fare apportano un miglioramento di almeno 2 classi energetiche, puoi richiedere l’ecobonus 110%.

      Un caro saluto,
      Mauro

  38. Gian Piero Burini

    Salve,
    sono proprietario di un appartamento in un piccolo condominio quadri-famigliare,
    nel mese di Gennaio 2020, ho già sostituito la caldaia vecchia, con una a condensazione.
    Volendo mettere gli infissi termici con cambio dei termosifoni con annesse valvole di efficienza,
    posso usufruire di questa opportunità di detrazione del 110%?

    Grazie.

    • Ciao Gian Piero,

      Il decreto entra in vigore dal 1 luglio, se hai già terminato i lavori nel mese di Gennaio, non hai diritto alla detrazione 110%.

      Tuttavia, se decidi di sostituire gli infissi, puoi usufruire dell’ecobonus 50% in 10 anni.

      Un caro saluto,
      Mauro

      • Gian Piero Burini

        Allora avevo capito bene, opterò per l’ecobonus del 50%, infatti il pagamento della caldaia l’ho già fatto a Gennaio. Ho inviato la pratica alla “ENEA” che mi ha accettato la detrazione, – dal prossimo anno ovviamente – del 50% della caldaia.
        Se mi permetti una domanda ancora.
        Se con la sostituzione degli infissi termici, sostituissi anche i termosifoni con le valvole termiche, questi rientrerebbero nell’ ecobonus oppure no!
        Grazie mille, sei stato molto gentile a fugarmi i dubbi..

        G.Piero

  39. angela augello

    buonasera sono proprietaria e residente in una villetta indipendente di 60 mq ma inserita in un corpo Bifamiliare , sarei interessata all’installazione di impianti di riscaldamento utilizzando pompe di calore, ed effettuare un impianto fotovoltaico
    per eseguire questi lavori avrei diritto all’ ecobonus del 110%?
    grazie Angela Augello

    • Ciao Angela,

      Si, dovresti aver diritto all’ecobonus 110% (ma solo se gli interventi miglioreranno di due classi energetiche il tuo edificio).

      Dovresti dunque rivolgerti ad un termotecnico per un’analisi preventiva.

      Un caro saluto,
      Mauro

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.